Antifurto casa senza fili o cablato?

Antifurto casa

To be Wireless or not to be wireless?

A volte i quesiti più importanti non hanno una sola risposta corretta ed è necessario fermarsi a riflettere per decidere il proprio antifurto casa. Accade anche nel mondo della sicurezza, più precisamente nell’ambito dei sistemi d’antifurto. Esempio: è meglio un allarme cablato o un allarme via radio? Ragioniamoci su e vediamo, se mettendoli a confronto, possiamo capirne pregi e i difetti.

 

Lean Wire propone ambedue i sistemi, in quanto entrambi sono affidabili e efficaci e questo è il primo presupposto, bisogna solo capire quale sia più affine alle vostre esigenze. Sia il sistema cablato (cioè con connessioni elettriche classiche che avvengono tramite filo di rame o alluminio) e sia il sistema via radio (generalmente chiamato allarme wireless o senza fili) emettono gli stessi tipi di segnali e hanno le stesse reazioni; sono, inoltre, praticamente identici nella programmazione e entrambi dispongono degli stessi elementi (centrale, sensori volumetrici, contatti, sensori perimetrali, …)

 

La prima vera grande differenza è legata all’installazione.

L’allarme wireless può essere installato in qualsiasi edificio e in qualsisi momento. Non è necessario eseguire interventi di muratura, in quanto non sono presenti fili da posare sotto traccia. Al contrario, l’allarme con filo è installato nelle nuove costruzioni o durante una ristrutturazione, andando ad eseguire una predisposizione durante le opere realizzative. S’intuisce immediatamente come l’allarme senza fili abbia l’indubbio vantaggio di ridurre notevolmente il tempo d’installazione.

 

 Ma quanto costa?

Forse nei prossimi anni anche a questa domanda si potrebbe rispondere che il costo risulta essere simile, ma attualmente l’allarme cablato, nonostante il costo dei fili e dell’infilaggio, risulta essere il più economico. Non solo quando s’acquista (i componenti di un allarme tradizionale sono più semplici), ma anche i costi di manutenzione sono notevolmente più bassi, considerate infatti, che ogni dispositivo dell’allarme wireless è alimentato da una batteria che mediamente ogni 4 anni dovrà essere sostituita da un tecnico.

Ma allora cosa scegliere?

La nostra proposta è semplice: un allarme ibrido. L’allarme ibrido risulta essere una scelta intelligente poiché garantisce i vantaggi della soluzione cablata (robustezza, lunghe distanze, bassa manutenzione) e della soluzione wireless (luoghi inaccessibili, velocità d’installazione, ampliamento semplice). La centrale di comando allarme gestisce sia componenti connessi tramite filo e sia dispositivi wireless, tramite un ripetitore via radio. Ovviamente i costi potrebbero aumentare, ma siate certi che non ve ne pentirete e potrete dormire sonni tranquilli.

Curiosi di sapere quanto costa? Richiedi un preventivo tramite il nostro configuratore di impianti.